Costruzione di “molecole”

“Le finalità dello studio della Chimica e delle altre scienze sperimentali sono quelle di fornire specifiche chiavi di lettura sia della realtà naturale, sia di quella realizzata dall’uomo e di contribuire insieme allo sviluppo di capacità di analisi, di sintesi e di astrazione degli alunni attraverso un approccio costantemente problematico e fondato su una forte componente sperimentale.”

La Chimica, in particolare, possiede un suo specifico modo di interrogare il mondo della materia attraverso lo studio della natura e delle proprietà delle sostanze, e delle trasformazioni alle quali queste possono dar luogo.”

E’ questo il motivo principale che mi ha spinta ad accettare la richiesta di un gruppo dei miei alunni dell’ attuale classe 2 B di trattare un percorso di conoscenze e abilità base di chimica nella scuola secondaria di 1 grado.

Tale percorso mi ha permesso di far acquisire la capacità di collegare il fare con il pensare attraverso la razionalizzazione dell’esperienza, ed il pensare con il fare, mediante la capacità di progettare e realizzare un progetto.

Lo studio della chimica,inoltre ha contribuito in modo determinante allo sviluppo di competenze trasversali di tipo osservativo-logico-linguistico, a far comprendere come la maggior parte dei fenomeni che osserviamo tutti i giorni sono riconducibili a trasformazioni della materia.

Siamo quindi partiti ,dai nuclei fondanti cioè dagli quei epistemi che ricorrono in vari punti dello sviluppo della disciplina ,che mi  hanno permesso di assicurare un  valore strutturante e generativo delle conoscenze.

Sono partita con la trattazione della natura dei corpi materiali, le trasformazioni della materia,i concetti di massa e trasformazioni della materia (trattati in forma elementare),la composizione delle sostanze,sino ad arrivare agli atomi e alle molecole,presentate con l’ausilio dei modelli ,dato che l’infinitamente piccolo è molto difficile da immaginare,soprattutto per alunni di 12 anni ,in cui il pensiero astratto è in via di formazione.

Così il nostro laboratorio è stato arricchito da tanti colori, con la costruzione di molecole dell’acqua, dell’ammoniaca e del metano.

Eccone alcuni esempi realizzati da alcuni dei miei alunni della classe 2 sez.B dell’ICS”L.Radice”Plesso Mazzini (Pa).

2016-04-06 10.09.53 2016-04-06 10.10.04 2016-04-06 10.10.07 2016-04-06 10.10.17 2016-04-07 11.14.04 2016-04-07 11.14.05 2016-04-07 11.14.10 2016-04-07 11.14.19 2016-04-07 11.14.37 2016-04-07 11.14.40 2016-04-07 11.14.43.

Spunti tratti dalle fonti didattiche della società chimica italiana. 

 

 

 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...